La Presidente della Fondazione
di Studi di Storia dell’arte Roberto Longhi
MINA GREGORI
è lieta di invitare la S.V. alla presentazione del volume di

SANDRO BELLESI e MARA VISONÀ
Giovacchino Fortini
Scultura architettura decorazione e committenza
a Firenze al tempo degli ultimi Medici
EDIZIONI POLISTAMPA


Interventi di

MINA GREGORI e DETLEF HEIKAMP

Saranno presenti gli Autori

Venerdì 27 febbraio 2009, ore 17.30
Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi
Via Benedetto Fortini 30, Firenze

Personalità tra le più carismatiche della scultura fiorentina in età tardo-barocca, Giovacchino Fortini (1670-1736) si distinse nel corso della sua prolifica attività per importanti opere legate a vari settori artistici. Sebbene noto soprattutto per pregevoli statue in marmo e bronzo, l’artista legò il proprio nome ai campi della medaglistica, della scenografia, delle arti decorative e dell’architettura.
Prima monografia completa, questa catalogazione integrale della produzione artistica di Fortini presenta anche quei capolavori che fino a oggi erano rimasti del tutto inediti e che costituiscono la metà della sua produzione.
Tavole in grande formato riproducono fedelmente le opere che vengono poi descritte analiticamente e con dovizia di particolari, suddivise in tre sezioni: le opere autografe, quelle di collaborazione o attribuzione incerta, e quelle perdute  al momento non identificate. Oltre agli ampi saggi sulla vita e sulla fortuna dell’artista, è ricostruita anche la storia della famiglia Fortini dal Cinquecento al Novecento.
Organizzata in due volumi, la pubblicazione offre una panoramica su tutti gli aspetti caratterizzanti il periodo storico che vide la fine della dinastia Medicea, non solo per ciò che concerne l’arte ma anche per il contesto politico e sociale dell’epoca.

Pubblicazioni correlate: