Silvia Beatriz Cecchi

Nata a Mar del Plata (Buenos Aires, Argentina) nel 1946, insegnanate, Silvia Beatriz Cecchi si cimenta come scrittrice in diversi generi: dal romanzo ai saggi, dalla poesia ai racconti fino alle note di opinione. Sue opere, in poesia e in prosa, sono inserite in sedici antologie, edite in Argentina ma anche in Spagna e in Italia, oltre che su giornali e riviste letterarie.
Figlia e nipote di italiani emigrati in Argentina nel 1927, Silvia Beatriz Cecchi sostiene: “ho ereditato da mio padre e da mia nonna il grande amore e la nostalgia per la terra che hanno lasciato. Sentimenti che hanno abitato in me fino ad oggi. Le mie radici si trovano in Toscana e per questo posso dire che sono divisa tra due nazioni: l’Argentina e l’Italia”. Nel 2012 esce per Editorial Martín il suo libro di memorie Tres baúles, tradotto in italiano ed edito nel 2014 da Mauro Pagliai con il titolo Tre Bauli: un’epopea familiare dalla Toscana all’Argentina, dedicato a tutti italiani e gli europei emigrati nelle Americhe, a chi “con sagezza, lavoro, pazienza, fede e speranza ha lasciato su questa terra i suoi semi migliori”.

di Silvia Beatriz Cecchi