Sarnus | Firenze | Scheda Libro

Vocabolario del vernacolo Fiorentino-Toscano
Con gli esempi delle voci da Dante ai moderni

Sarnus, 2021

Pagine: 368

Caratteristiche: br.

Formato: 17x24

ISBN: 978-88-563-0289-9

Collana:

Toscanoni, 9

Settore:

L1 / Studi, storia della letteratura

SS7 / Cultura popolare

€ 23,75

€ 25 | Risparmio € 1,25 (5%)
Spedizione Gratuita

Quantità:
Il capoluogo toscano è il centro motore di una lingua che fin dal Trecento si è rapidamente estesa a tutto il territorio regionale. Del resto il fiorentino, come ricorda Tullio De Mauro, ha avuto una fortuna storica che lo portò a diventare non solo la lingua di una città, ma di un’intera nazione.
Bencistà, che ha dedicato oltre trent’anni di studi e ricerche sulla parlata di Firenze, ha scelto le voci più rappresentative, tutte documentate nelle opere di autori nati o residenti nella città e nel suo contado: ci sono Dante e Machiavelli, Augusto Novelli e Ottone Rosai, ma anche Giuseppe Moroni detto il Niccheri e i poeti popolari, fino agli improvvisatori contemporanei.
Questa ultima edizione del vocabolario completa la precedente, uscita nel 2012,con il recupero di tutte quelle voci prettamente fiorentine che non erano state inserite, e che accrescono il totale fino a circa 4.000, cui vanno aggiunti i 2.200 antichi mestieri fiorentini registrati nel censimento granducale del 1841.